Bandi Erasmus+

Erasmus+ 2021. Azione chiave 1.
Finanziamento a fondo perduto per la mobilità ai fini dell’apprendimento.

 

 Area Geografica: Italia/UE

Settori di Attività: Servizi/No Profit, Pubblico, Cultura

Beneficiari: Ente pubblico, Associazioni/Onlus/Consorzi

Spese Finanziate: Formazione, Consulenze/Servizi

Tipo di Agevolazione: Contributo a fondo perduto

Dotazione Finanziaria: 2.153.100 ?

Bando Aperto Scadenza il 05/10/2021

Il presente invito a presentare proposte comprende le seguenti azioni del programma Erasmus+ Azione chiave 1:

  • Mobilità individuale ai fini dell’apprendimento:
  • Mobilità individuale nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù
  • Attività di partecipazione dei giovani

Soggetti beneficiari. Qualsiasi organismo, pubblico o privato, attivo nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù può candidarsi per richiedere finanziamenti nell’ambito del programma Erasmus+. I gruppi di giovani che operano nell’animazione socioeducativa, ma non necessariamente nel contesto di un’organizzazione giovanile, possono inoltre presentare domanda di finanziamento sia per la mobilità ai fini dell’apprendimento dei giovani e degli animatori per i giovani sia per i partenariati strategici nel settore della gioventù.

La partecipazione completa a tutte le azioni del programma Erasmus+ è aperta ai seguenti paesi partecipanti: i 27 Stati membri dell’Unione europea e i paesi e territori d’oltremare; i paesi terzi associati al programma Efta/See: Islanda, Liechtenstein e Norvegia e i paesi candidati all’adesione all’Ue: la Repubblica di Turchia, la Repubblica di Macedonia del Nord e la Repubblica di Serbia.

La partecipazione ad alcune azioni del programma Erasmus+ è inoltre aperta alle organizzazioni dei paesi terzi non associati al programma.

Tipologia di interventi ammissibili. Le organizzazioni attive nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù riceveranno sostegno dal programma Erasmus + per realizzare progetti che promuovano diversi tipi di mobilità. Un progetto di mobilità dovrà prevedere le seguenti fasi:

  • Pianificazione (inclusa la definizione dei risultati dell’apprendimento, i formati delle attività, lo sviluppo del programma di lavoro, programma delle attività);
  • Preparazione (comprese disposizioni pratiche, selezione dei partecipanti, definizione di accordi con i partner e partecipanti, preparazione linguistica/interculturale/apprendimento e compito dei partecipanti prima partenza);
  • Realizzazione delle attività di mobilità;
  • Follow-up (compresa la valutazione delle attività, la convalida e il riconoscimento formale – ove applicabile – dei risultati di apprendimento dei partecipanti durante l’attività, nonché la diffusione e l’uso del risultati del progetto).

A seconda del profilo dei partecipanti coinvolti possono essere realizzati dei progetti nel campo della formazione e istruzione:

  • Progetto di mobilità per studenti e personale dell’istruzione superiore;
  • Progetto di mobilità per studenti e personale IFP;
  • Progetto di mobilità per alunni e personale scolastico;
  • Progetto di mobilità per studenti e personale dell’istruzione degli adulti.

Nel campo della gioventù:

  • Progetti di mobilità per i giovani – Scambio tra giovani
  • Progetti di mobilità per operatori giovanili
  • Attività di partecipazione giovanile

Sono ammissibili i costi direttamente collegati all’implementazione delle attività di mobilità as esclusione (escluse sussistenza e viaggio per i partecipanti)

Entità e forma dell’agevolazione. Il bilancio totale destinato al presente invito a presentare proposte è stimato in 2.453.500.000 euro di cui:

– Istruzione e formazione 2.153.100.000,00 euro.

Scadenze

11 maggio. Mobilità individuale nel settore dell’istruzione superiore.

11 maggio. Mobilità individuale nei settori dell’IFP, dell’istruzione scolastica e dell’istruzione per adulti

11 maggio. Mobilità individuale nel settore della gioventù

5 ottobre. Mobilità individuale nel settore della gioventù

19 ottobre. Accreditamenti Erasmus nell’IFP, nell’istruzione scolastica e nell’istruzione per adulti

 

 

Erasmus+ 2021. Azione chiave 2
Finanziamento a fondo perduto per la cooperazione tra organizzazioni e istituzioni

 

Area Geografica: Italia/UE

Settori di Attività: Servizi/No Profit, Pubblico, Cultura

Beneficiari: Ente pubblico, Associazioni/Onlus/Consorzi

Spese Finanziate: Formazione, Consulenze/Servizi, Innovazione Ricerca e Sviluppo

Tipo di Agevolazione: Contributo a fondo perduto

Bando Aperto: Scadenza il 03/11/2021

Erasmus+ è il programma dell’Unione Europea per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport.

L’azione 2, Cooperazione tra organizzazioni e istituzioni, del programma Erasmus+ comprende le seguenti azioni:

Partenariati per la cooperazione

  • partenariati di cooperazione;
  • partenariati su piccola scala

Partenariati per l’eccellenza

  • centri di eccellenza professionale;
  • accademie degli insegnanti Erasmus+;
  • azione Erasmus Mundus.

Partenariati per l’innovazione

  • alleanze per l’innovazione.

Eventi sportivi senza scopo di lucro

Soggetti beneficiari. Qualsiasi organismo, pubblico o privato, attivo nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport, può candidarsi per richiedere finanziamenti nell’ambito del programma Erasmus+. I gruppi di giovani che operano nell’animazione socioeducativa, ma non necessariamente nel contesto di un’organizzazione giovanile, possono inoltre presentare domanda di finanziamento sia per la mobilità ai fini dell’apprendimento dei giovani e degli animatori per i giovani sia per i partenariati strategici nel settore della gioventù.

La partecipazione completa a tutte le azioni del programma Erasmus+ è aperta ai seguenti paesi partecipanti: i 27 Stati membri dell’Unione europea e i paesi e territori d’oltremare; i paesi terzi associati al programma Efta/See: Islanda, Liechtenstein e Norvegia e i paesi candidati all’adesione all’Ue: la Repubblica di Turchia, la Repubblica di Macedonia del Nord e la Repubblica di Serbia.

La partecipazione ad alcune azioni del programma Erasmus+ è inoltre aperta alle organizzazioni dei paesi terzi non associati al programma.

Tipologia di interventi ammissibili. Per le organizzazioni partecipanti, i progetti sostenuti nell’ambito di questa azione chiave mirano a produrre i seguenti risultati:

  • approcci innovativi;
  • un ambiente più moderno, dinamico, impegnato e professionale all’interno dell’organizzazione;
  • maggiore capacità e professionalità di lavorare a livello UE / internazionale
  • maggiore conoscenza e consapevolezza riguardo allo sport e all’attività fisica
  • maggiore consapevolezza del ruolo dello sport nella promozione dell’inclusione sociale, delle pari opportunità e di uno stile di vita più salutare

Entità e forma dell’agevolazione. Il bilancio totale destinato al presente invito a presentare proposte è stimato in 2.453.500.000 euro così suddiviso:

  • Istruzione e formazione 2.153.100,00 euro
  • Gioventù 244.700.000 euro
  • Sport  41.700.000 euro

Scadenze

20 maggio. Partenariati di cooperazione nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù, ad eccezione di quelli presentati da Ong europee-

20 maggio. Partenariati di cooperazione nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù presentati da Ong europee.

20 maggio. Partenariati di cooperazione nel settore dello sport

20 maggio. Partenariati su piccola scala nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù.

20 maggio. Partenariati su piccola scala nel settore dello sport.

20 maggio. Eventi sportivi senza scopo di lucro.

26 maggio. Azione Erasmus Mundus.

1 luglio. Rafforzamento delle capacità nel settore della gioventù.

7 settembre. Centri di eccellenza professionale.

7 settembre. Accademie degli insegnanti Erasmus.

7 settembre. Alleanze per l’innovazione-

3 novembre. Partenariati su piccola scala nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù.

 

 

Erasmus+ 2021. Azione chiave 3
Finanziamento a fondo perduto a sostegno dello sviluppo delle politiche europee e della cooperazione.

 

Area Geografica: Italia/Ue

Settori di Attività: Servizi/No Profit, Pubblico, Cultura

Beneficiari: Ente pubblico, Associazioni/Onlus/Consorzi

Spese Finanziate: Consulenze/Servizi

Tipo di Agevolazione: Contributo a fondo perduto

Dotazione Finanziaria: 14.000.000

Bando Aperto Scadenza il 24/06/2021

Erasmus+ è il programma dell’Unione Europea per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport.

L’azione 3 – Sostegno allo sviluppo delle politiche e alla cooperazione – del programma Erasmus+ comprende le seguenti azioni:

Giovani europei uniti;

Azioni Jean Monnet:

Jean Monnet nel settore dell’istruzione superiore

Jean Monnet in altri ambiti dell’istruzione e della formazione

Soggetti beneficiari. Qualsiasi organismo, pubblico o privato, attivo nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport, può candidarsi per richiedere finanziamenti nell’ambito del programma Erasmus+. I gruppi di giovani che operano nell’animazione socioeducativa, ma non necessariamente nel contesto di un’organizzazione giovanile, possono inoltre presentare domanda di finanziamento sia per la mobilità ai fini dell’apprendimento dei giovani e degli animatori per i giovani sia per i partenariati strategici nel settore della gioventù.

La partecipazione completa a tutte le azioni del programma Erasmus+ è aperta ai seguenti paesi partecipanti: i 27 Stati membri dell’Unione europea e i paesi e territori d’oltremare; i paesi terzi associati al programma Efta/See: Islanda, Liechtenstein e Norvegia e i paesi candidati all’adesione all’Ue: la Repubblica di Turchia, la Repubblica di Macedonia del Nord e la Repubblica di Serbia

La partecipazione ad alcune azioni del programma Erasmus+ è inoltre aperta alle organizzazioni dei paesi terzi non associati al programma.

Tipologia di interventi ammissibili. L’azione chiave 3 fornisce sostegno alla cooperazione politica a livello di Unione europea, contribuendo in tal modo allo sviluppo di nuove politiche, che possono innescare la modernizzazione e le riforme, a livello di Unione europea, e di sistemi, nei settori della istruzione, formazione, gioventù e sport.

Le azioni implementate attraverso questa azione chiave mirano a:

  • preparare e sostenere l’attuazione dell’agenda politica dell’Ue in materia di istruzione, formazione, gioventù e sport per poter facilitare la governance e il funzionamento dei metodi aperti di coordinamento;
  • condurre sperimentazioni di politiche europee, guidate da autorità pubbliche di alto livello coinvolgendo prove sul campo basate su validi metodi di valutazione;
  • raccogliere prove e conoscenze sull’istruzione, la formazione, i sistemi e le politiche giovanili e sportive a livello nazionale e a livello europeo, al fine di facilitare l’elaborazione di politiche ragionate;
  • facilitare la trasparenza e il riconoscimento delle competenze e delle qualifiche;
  • promuovere il dialogo politico con le parti interessate all’interno e all’esterno dell’Unione europea, attraverso conferenze, eventi e altre attività che coinvolgono responsabili politici, professionisti e altre parti interessate nei settori dell’istruzione, formazione, gioventù e sport, per sensibilizzare le agende politiche europee pertinenti e per promuovere l’Europa come eccellente destinazione di studio e ricerca;
  • migliorare l’attuazione del programma in termini qualitativi facilitando la conoscenza e la pratica del trasferimento tra le agenzie nazionali e la Commissione dotandole di risorse “think-tank” che consentono l’elaborazione di attività e strategie per attuare programmi in una connessione più forte con sviluppi politici, fornendo strumenti per sfruttare meglio il potenziale delle sinergie e complementarità;
  • fornire opportunità alle persone in qualsiasi fase della loro vita con un’esperienza di apprendimento all’estero nel loro campo di competenze, come governance pubblica, agricoltura e sviluppo rurale, nuove tecnologie, impresa, ecc .;
  • consentire agli organismi di attuazione di Erasmus + di agire come facilitatori dell’ampliamento dei progetti Erasmus + per i quali presentare domanda;
  • sostenere eventi, campagne e altre attività che informeranno i cittadini e le organizzazioni su Erasmus +
  • programma e politiche dell’Unione europea nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport;
  • contribuire all’identificazione e alla diffusione di buone pratiche e storie di successo dai sostenitori dei progetti al fine di dare loro maggiore visibilità e ampliarli a livello locale, nazionale ed europeo.

Entità e forma dell’agevolazione. Il bilancio totale destinato al presente invito a presentare proposte è stimato in 14.000.000,00 euro.

Scadenze

2 giugno. Azioni e reti Jean Monnet;

24 giugno. Giovani europei uniti

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram